Sibillini Tour

Fiordimonte - 168km - 5850m - Difficile

Descrizione del Giro:

Questo Tour dei Sibillini tiene conto delle disposizioni sull’accesso alle MTB nella Zona A del Parco, delle limitazioni dovute alle ordinanze dei Sindaci per motivi di sicurezza e della ridotta disponibilità dei rifugi in quota per i danni subiti dagli eventi sismici del 2016. Si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ente Parco sulla percorribilità dei sentieri, il libero accesso alla zone interessate dal sisma e verificare la disponibilità degli alloggi prescelti.

(http://www.sibillini.net)

La 1° tappa, da Fiordimonte a Montefortino, ha una lunghezza di 53 km con 1700 metri di dislivello. Prevede una lunga ascensione al Passo del Fargno, in prevalenza su carrareccia, con brevi tratti d’asfalto. Su sentiero si supera la Forcella Angagnola e si scende in Val d’Ambro. Da Casale Rinaldi si percorre gran parte della valle ancora su carrareccia fino al Monte Berro da dove, per un esile sentiero, si scende verso il Rifugio Amandola. Arrivati a Garulla si prende la strada asfaltata per arrivare più velocemente a Montefortino. Chi volesse evitare questo trasferimento veloce può scegliere la variante per il Balzo Rosso e Madonna dell’Ambro.

La 2° tappa, da Montefortino a Norcia, è lunga 62 km con 1850 metri di dislivello. Si percorre il G.A.S. fino a Forca Canapine, lungo il “Sentiero dei Mietitori”. Ci si dirige quindi verso la suggestiva zona dei Pantani di Accumoli e del Monte dei Signori che si percorre lungo il suo fianco settentrionale per poi scendere su carrareccia verso il Piano di Santa Scolastica per arrivare quindi a Norcia.

La 3° tappa, da Norcia a Fiordimonte, è lunga 53 km con 2300 metri di dislivello. Si percorre il Sentiero Francescano fino a Campi Vecchio da dove inizia la dura salita per i Colli dell’Acquaro. Si scende facilmente a Visso per il G.A.S. Su asfalto si raggiunge Ussita e il soprastante valico delle Arette, in zona Macereto. Con sentiero nel bosco e poi con la carrozzabile del Fargno si arriva al Pian di Pao e al Pian del Capriolo, punto più elevato del percorso. Dai panoramici pascoli della zona di Sant’Ilario si scende infine a Fiordimonte senza particolari difficoltà.

1° Tappa (53km/1700m)

Scarica

2° Tappa (62km/1850m)

Scarica

3° Tappa (53km/2300m)

Scarica